sabato,Maggio 18 2024

Voragini e degrado lungo le strade del Vibonese, i cittadini: «S’intervenga»

La segnalazione arriva dagli utenti che si trovano quotidianamente a percorrere le strade tra Parghelia e Tropea: «Serio pericolo per la sicurezza»

Voragini e degrado lungo le strade del Vibonese, i cittadini: «S’intervenga»

Lo stato in cui versano le arterie stradali nella provincia Vibo al centro delle contestazioni da parte dei cittadini. Voragini, degrado a bordo strada rappresentano le criticità maggiori sia per quanto riguarda i collegamenti lungo la costa che nell’entroterra. L’ultima segnalazione arriva dal litorale, con la richiesta di sollecitare la Provincia di Vibo Valentia e il Comune di Tropea a provvedere con urgenza alla manutenzione delle buche insistenti lungo l’ex statale 522. Il tratto interessato, spiegano gli utenti, è quello che da Parghelia conduce a Tropea: «Le voragini – sottolineano – sono profonde anche più di 30 centimetri e rappresentano un serio problema di sicurezza per gli automobilisti ma soprattutto per i centauri». Criticità anche nell’area del ponte della Ferrovia, località Santa Venere a Tropea: «Si tratta di interventi non più rinviabili. C’è addirittura chi ha riportato danni agli pneumatici. Le condizioni delle strade -chiosano i cittadini – mettono in pericolo chi si trova alla guida di una moto o uno scooter. Cosa si sta aspettando? Che si verifichino incidenti dalle tragiche conseguenze?». Proprio nei giorni scorsi, il prefetto di Vibo Valentia, Paolo Giovanni Grieco aveva ricevuto una delegazione di associazioni per discutere della manutenzione delle strade e dell’attività di pulizia. Azioni non più rinviabili anche in vista dell’arrivo della bella stagione.

LEGGI ANCHE: Bivona: i lavori di metanizzazione lasciano segni profondi sulle strade, la denuncia di Patania

Rifiuti lungo le strade vibonesi, le soluzioni delle associazioni a confronto con il prefetto

Strade vibonesi invase dai rifiuti, gli utenti: «Basta degrado» – Video

Finanziamento per le strade provinciali: via libera dal Ministero per l’utilizzo dei fondi

Articoli correlati

top