martedì,Luglio 16 2024

Pedalata per la ricerca, a Limbadi la tappa conclusiva dell’impresa di Mimmo Aquilano

Il progetto per raccogliere fondi a sostegno della fondazione Airc. L’ultimo tratto del percorso ha visto la partecipazione di gruppi ciclistici locali

Pedalata per la ricerca, a Limbadi la tappa conclusiva dell’impresa di Mimmo Aquilano

“Pedalata per la ricerca”. Questo il titolo dell’impresa di Domenico Aquilano nato è cresciuto a Limbadi. Dalla passione per la bici è nata questa bella idea, poi diventata un progetto, ovvero di attraversare l’Italia in bici partendo dal Trentino, terra che lo ha adottato, fino al suo paese natio, Limbadi. «Un progetto ambizioso – conferma il protagonista- trova maggior senso se non viene realizzato solo per sé stessi e ho pensato quindi di legarlo a una causa nobile e molto importante. Ho scelto di abbinare alla mia impresa sportiva anche un’impresa solidale aprendo una raccolta fondi a sostegno della fondazione Airc per la ricerca sul cancro». Il progetto, avviato a fine luglio, si è concluso con l’arrivo a Limbadi, supportato da amici che insieme ai rappresentanti Pro loco, al sindaco e ai membri della locale sezione Airc hanno atteso Aquilano in piazza. Emozionante l’abbraccio dell’anziana madre di Mimmo che ha accolto il figlio nella piazza del paese tra gli applausi di tutti i presenti.

L’esperienza è stata condivisa anche dai gruppi ciclistici “All bike Nicotera Limbadi” rappresentato da Pasquale Messina e “Bicinsieme, paesaggi in movimento” di San Costantino Calabro, guidato da Raffaele Mancuso. I due sodalizi hanno atteso l’arrivo del ciclista alle porte di Vibo e insieme hanno percorso l’ultimo tratto del percorso. Una giornata sportiva che diventa ancora una volta una lezione estremamente importante e preziosa, non solo per noi e per chi ci sta vicino ma anche e soprattutto per le generazioni future, educare alla solidarietà e cruciale perché un mondo senza altruismo è destinato a non progredire mai verso una coscienza collettiva più alta e consapevole.

LEGGI ANCHE: «Un tumore scambiato per sinusite. Alcuni medici a Vibo non si sono accorti di nulla» – Video

Lotta ai tumori, “Vibo in rosa”: «Ancora troppe pazienti costrette a curarsi fuori regione»

Vibo Valentia: Un memorial in ricordo del prof Rinaldo Marcianò

Articoli correlati

top