martedì,Giugno 18 2024

Volley, la Tonno Callipo batte Cirò: traguardo sempre più vicino

Sabato prossimo trasferta a Castrovillari, poi in casa con Cosenza e ultima giornata a Rossano. Coach Boschini: «Soddisfatto per il percorso della squadra»

Volley, la Tonno Callipo batte Cirò: traguardo sempre più vicino

Risultati straordinari per la Tonno Callipo che batte, al Palavalentia, Cirò. Il primo set, come del resto tutto il match, è un monologo della Tonno Callipo che, dopo lo 0-1 proprio di Malena, prende in mano le redini del match, per condurlo senza problemi alla vittoria. I punteggi di 4-1 e 8-3 (col primo time out ospite) raccontano di una Tonno Callipo che non ha problemi ad affondare i colpi nella difesa avversaria. Ben orchestrate da Salimbeni in regia, a turno Martina Vinci e Macedo dal centro e capitan Vinci e Piarulli trovano punti e schiacciate. Sul 16-5 coach Boschini decide di alternare Salimbeni con Fiorini ma il prodotto non cambia. Anche l’altra palleggiatrice giallorossa continua nella buona variazione del gioco in attacco, e la Tonno Callipo continua a comandare senza difficoltà. Il tecnico ospite Stara chiama anche il secondo tempo (sul 19-6 Vibo) e fa entrare Sestito per Saccomanno, ma la Tonno Callipo grazie ai deliziosi pallonetti di Suelen ed alla buona vena realizzatrice di Piarulli (5 punti in questo primo set) conclude 25-9.

Nel secondo set Boschini lascia in regia Fiorini e la Tonno Callipo parte lancia in resta portandosi subito sul 7-0 col turno in battuta di Denise Vinci. Il capitano in questa serie realizza anche due dei quattro ace personali, più di tutte nel match. Ma continuano a fare la loro parte anche le brasiliane, col sorriso, Suelen e Macedo. Il set prosegue nel segno delle giallorosse alquanto concentrate: prova ne sia, ad esempio, un salvataggio top di Darretta con una mano in tuffo che vale poi il 16-6 di sua maestà Macedo. Poco prima, sul 13-4, Boschini fa entrare Landonio (per Piarulli) che resterà in campo fino a fine set, distinguendosi non solo in ricezione ma anche in prima linea, realizzando pure un attacco vincente (il 22-8) tra la festa delle compagne. Il punto finale è di Cellamare (8 in totale per lei) autrice della solita prestazione di qualità e quantità, sia in attacco che a muro. Così va in archivio anche il secondo parziale per 25-10. Da segnalare che sul 21-8 per Vibo, il tecnico ospite fa entrare anche la giovanissima Elena Zamfirache che il 23 maggio prossimo compirà appena 13 anni, probabilmente tra le atlete più giovani di questo campionato.

Nel terzo set rientra Salimbeni in regia per Fiorini, e il clichè non si discosta dai parziali precedenti. Le volenterose cirotane ci mettono tanto impegno, sospinte dall’esperienza di Malena, 11 punti finali per lei, ma al cospetto Vibo è di un altro pianeta. Il distacco giallorosso è sempre ampio (11-5, quando rientra Fiorini per Salimbeni), per continuare 14-7 (qui entra Landonio per Denise e poco dopo Martina Vinci per Macedo). Ancora il tecnico ospite opta per l’ennesimo time out (sul 19-9), ma a turno Cellamare, Fiorini, un ace di Piarulli e con una fast è ancora Cellamare a chiudere anche questo terzo set, sigillando così la 23sima vittoria in campionato. Alla fine esultanza e foto tutte insieme squadre e tifoseria della Fossa Giallorossa e saluto finale, nei pressi della panchina, anche al presidente Pippo Callipo che si è congratulato con coach Boschini e con tutte le atlete strepitose di questa annata memorabile. Sabato prossimo trasferta a Castrovillari, poi in casa con Cosenza e ultima giornata a Rossano.

L’intervista

A coach Boschini, tralasciando un po’ l’analisi di questa ennesima vittoria senza storia, chiediamo se in carriera abbia mai allenato una squadra così forte. “Sicuramente rapportata a questa categoria questa Tonno Callipo – sottolinea – è molto forte: che sia la più forte di quelle che ho allenato no. Però quello che apprezzo molto di questa squadra rispetto a tante altre è che sono ragazze che hanno saputo trovare un’unità di intenti. Con questa virtù sono riuscite ad integrarsi molto bene l’una con l’altra e ad aiutarsi a vicenda, che poi alla fine è la cosa principale in questo nostro sport che si fonda sul gioco di squadra. Insomma ogni ragazza si fida di quella che ha accanto, e questo meccanismo è quello che ti fa fare la differenza quando incontri squadre di pari livello”.

Boschini continua nell’analisi, ma soprattutto nel doveroso elogio verso la sua squadra… “Sono contento, ma ancora di più lo sono per il percorso che questa squadra ha fatto: perché chi viene soltanto a vedere la partita al Palazzetto magari non sa il lavoro che viene fatto ogni settimana ed ogni giorno. Quindi è naturale che quando vedi il traguardo vicino ti galvanizzi e cerchi di fare gli ultimi cento metri con tutto quello che hai dentro, perché sai che hai lavorato tanto per arrivare lì”. Tre gare alla fine, inutile nascondersi che si vogliono evitare i play off… “Ma sì – concorda Boschini -, ovviamente non fare i play off comporta tante cose, ma soprattutto evitare una finale in gara secca ed in campo neutro. Che è sempre un po’ come tirare la monetina, quindi personalmente più che i play off in sé, è questa eventuale finale in gara secca che vorrei evitare. Al di là di questi discorsi, il nostro obiettivo è, partita dopo partita, portare in campo la nostra miglior squadra e vincere. Poi quello che faranno gli altri non ci deve interessare”. Anche ieri hai utilizzato quasi tutte le ragazze, l’obiettivo è portare in forma tutta la squadra, specie dopo qualche acciacco prima di Pasqua? “Sì, in verità c’è ancora qualche acciacco: Scibilia con la bronchite, Milazzo che sta smaltendo un piccolo problema muscolare. Comunque ho la fortuna di avere tante giocatrici che possono tutte entrare, per cui non vedo perché non debba sfruttare questo capitale che abbiamo a disposizione. In primis per le ragazze, perché credo che a tutte faccia piacere giocare, ma se abbiamo comunque la possibilità di fare più scelte che ben vengano, mi piace averne di questi problemi. Stanno dimostrando tantissime cose le ragazze quest’anno, quindi onestamente sono molto contento di tutte loro e spero che queste restanti siano le tre gare finali, che dovremo giocare come l’eventuale finale secca. Siamo in palla, pronti, ma – conclude Boschini – stiamo bene soprattutto a livello di testa che è la cosa principale”.

Tonno Callipo-Cirò 3-0 (25-10, 25-9, 25-12)

  • Tonno Callipo: Salimbeni 1, Suelen 15, Macedo 8, M.Vinci 3, D.Vinci 10, Piarulli 11, Darretta (L), Cellamare 8, Fiorini 1, Landonio 1. Ne: Scibilia, Milazzo. All. Boschini
  • Cirò: Aromolo, Malena 11, Lettieri 1, Dima 1, Saccomanno, Vella 1, Sestito, Zamfirache. All. Stara
  • Arbitro: Francesco Petracca
  • Note: durata set 19’, 18’, 21’. Vibo: ace 7, bs 7; Cirò ace 1, bs 6.

LEGGI ANCHE: Tonno Callipo, Darretta: «Affronteremo la gara contro Lamezia come fosse una finale»

Tonno Callipo, Suelen: «Presto faremo la storia anche al femminile»

Volley, la Tonno Callipo femminile conquista l’ennesima vittoria contro Catanzaro

Tonno Callipo, Giulia Scibilia: «Lavorare tanto ogni giorno per migliorare sempre di più»

Articoli correlati

top