domenica,Maggio 19 2024

Scenari post apocalittici nel Vibonese dopo l’ondata di roghi tra la città e la costa – Video

Anche le case colpite dalle fiamme. Devastati campi coltivati. La distruzione non ha risparmiato gli allevamenti, centinaia gli animali morti

Scenari post apocalittici nel Vibonese dopo l’ondata di roghi tra la città e la costa – Video
Incendio località Cocari

Il giorno dopo la tempesta di fuoco, sono post apocalittici gli scenari lungo le strade e le colline del Vibonese. “Abbiamo avuto terrore, abbiamo lanciato l’allarme ma i soccorsi sono arrivati troppo tardi, quando ormai le fiamme non si potevano più arginare”, dice un uomo che ha temuto di perdere la propria casa. Località Cocari, balcone naturale di Vibo città verso la costa, è una delle aree più colpite dagli incendi. Se, però, finora si sono registrati danni limitati alle case (solo una è andata quasi completamente distrutta), le conseguenza per molti contadini e allevatori sono state devastanti: uliveti, vigneti, coltivazioni, tutto distrutto. Interi capannoni e ovili divorati dalle fiamme. Centinaia gli animali uccisi dai roghi divampati.
Incessante l’attività dei vigili del fuoco, costretti a turni straordinari e ad un lavoro massacrante. Troppo pochi, però. Per questo sono giunte anche dalle altre province calabresi squadre di supporto. Alcune anche da fuori regione, come da Salerno. Ma il vento forte, l’entità dei roghi, il loro numero ha reso la situazione pressoché indomabile. Inutile anche l’impiego di un canadair, che ha gettato acqua incessantemente sui roghi più vasti, senza riuscire a spegnerli.
Sulla vicenda indaga la Procura di Vibo Valentia che attende, nelle prossime ore, i rapporti dei vigili del fuoco. L’ipotesi più accreditata, è che i piromani altri non siano che contadini intenti a bruciare sterpaglie e a ripulire le loro proprietà, appiccando incoscientemente il fuoco in una giornata torrida e soprattutto ventosa. Così, da un rogo fuori controllo ne sarebbe scaturito un altro e, poi, un altro ancora, a causa delle scintille roventi trasportate dal vento anche a chilometri di distanza. Troppi, e troppo contestuali, gli incendi, per ipotizzare un’azione criminale.

LEGGI ANCHE: Emergenza incendi nel Vibonese, il fuoco non dà tregua

Incendi nel Vibonese, ripristinata la circolazione ferroviaria a Vibo-Pizzo

Incendi tra Vibo e Pizzo: situazione critica e strade chiuse, le fiamme minacciano le abitazioni

Incendi a Vibo, Mileto e Ionadi, le fiamme minacciano diverse abitazioni – Foto/Video

Articoli correlati

top