Disabilità e turismo, a Briatico riscontri positivi per “Le città dell’accoglienza”

L’iniziativa è nata per promuovere il territorio e per sensibilizzare sul tema della fruibilità dei luoghi di interesse turistico

L’iniziativa è nata per promuovere il territorio e per sensibilizzare sul tema della fruibilità dei luoghi di interesse turistico

Informazione pubblicitaria
Briatico, attività sub

Un’iniziativa legata alla promozione del territorio. Un’iniziativa per parlare di fruibilità dei luoghi di interesse turistico da parte delle persone con disabilità. “Le città dell’accoglienza”, nata dall’idea di 5 associazioni, nei giorni scorsi ha fatto tappa a Briatico. Unica città del Vibonese interessata dalla due giorni (altri eventi a Fuscaldo e San Lucido, nel Cosentino) – per volontà delle associazioni “Dopo mamma e papà”, “I binari della vita”, “Isoa diving”, ”Le forre del Tirreno”, As “Gruppo subacqueo paolano”, “The Frogmen”, “Visitsanlucido” – la “città del mare” ha accolto i diversi gruppi ed i loro rappresentanti. Un’esperienza, come rimarcato da Teresa Scarmato della “Dopo mamma e papà” «in grado di evidenziare le difficoltà per questi ragazzi speciali di godere a pieno delle bellezze storico-architettoniche dei nostri paesi per la mancanza di infrastrutture adeguate per accoglierli».

A Briatico, tuttavia, le attività sono state dislocate quanto nella cittadina, quanto sul litorale. A partire dalle esercitazioni per le immersioni subacquee, dalle lezioni per le tecniche e il “passeggio” lungo i fondali briaticesi con Leonardo Dorrico (Forgmen team): «Un incontro, quello con il Gruppo paolano rappresentato da Piero Greco, avvenuto qualche anno fa e dal quale sono scaturite proficue collaborazioni» aggiunge la Scarmato.

Il trekking urbano ha coinvolto anche le frazioni. Un percorso durante il quale è stata spiegata, tramite la presenza dello storico Giuseppe Garrì, la storia della cittadina, dei palazzi e delle famiglie nobiliari. I siti, inoltre, sono stati osservati da prospettiva storica tramite le immagini e fotografie antiche. L’esperienza, patrocinata dal Comune di Briatico, è stata considerata positivamente dai rappresentanti dei sodalizi Maria Teresa Nervo per gruppo subacqueo paolano, Paolo Cunsolo per le Forre del Tirreno, Matteo Martone per i “Binari della vita” e Luca Morelli per “Visit San Lucido”.

LEGGI ANCHE:

Disabilità e trasporti, nel Vibonese viaggi possibili anche grazie alle Onlus

La Regione finanzia le passerelle per disabili destinate alle spiagge di Vibo

Disabilità, il progetto “Le città dell’accoglienza” fa tappa a Briatico