sabato,Luglio 13 2024

Arte, il vibonese Mazzotta tra i protagonisti della mostra “Corpo a Corpo” di Matera

Il maestro di Nao di Jonadi è presente all’evento con due preziose opere che in modo unico esaltano la bellezza dei corpi e la plasticità delle figure

Arte, il vibonese Mazzotta tra i protagonisti della mostra “Corpo a Corpo” di Matera
Alfredo Mazzotta
La prima opera di Mazzotta

“Corpo a Corpo-Linguaggi nella figurazione”. Questo il titolo della mostra inaugurata nei giorni scorsi presso lo Studio arti visive di Matera. Tra i protagonisti della collettiva figura anche l’artista vibonese Alfredo Mazzotta. Il maestro di pittura e scultura è nato a Nao di Jonadi nel 1951. Da anni trapiantato a Milano, non ha tuttavia mai scisso il profondo legame con la sua terra natia, dove ama ritornare appena ne ha la possibilità. A Matera l’artista propone le due sue preziose opere “Figure in contorsione” e “Composizione con reperti” che, in sintonia con il tema della mostra, rappresentano il corpo umano nella sua eccezione più ampia e in un modo per certi versi unico, dove a farla da padrone è l’inconfondibile marchio di fabbrica, fatto di movimenti che esaltano la bellezza dei corpi e la plasticità delle forme. Diplomatosi nel 1973 in Scultura presso l’Accademia di Belle arti di Brera, da anni il maestro Mazzotta è uno dei soci e degli artisti più noti e apprezzati della “Permanente” di Milano, con cui collabora assiduamente.

La seconda opera di Mazzotta

Nel 1977 si è diplomato anche in Pittura alla scuola del maestro Domenico Purificato, frequentando in contemporanea i corsi di Cromatologia e di Tecnologia dei materiali, rispettivamente tenuti da Luigi Veronesi e Romano Rui. Per anni ha svolto anche i ruoli di assistente dello scultore Eros Pellini e di titolare della cattedra in Discipline plastiche presso il Liceo artistico statale di Brera. Nel 2001 è risultato vincitore al Concorso nazionale di Scultura “Città di Novara”. Nel 2008, tra l’altro, è stato lui a realizzare per il “Theatre français de Milan” le scenografie per lo spettacolo “Paroles aux femmes”, con protagonista l’attrice Aphrodite De Lorraine. Due anni dopo Aidan Cesira Photographer gli ha dedicato il libro fotografico dal titolo “Alfredo Mazzotta: l’uomo, l’artista, il maestro”. Sue opere sono oggi esposte in importanti collezioni private e in noti musei situati in Italia e nel resto del mondo. Alla mostra “Corpo a Corpo” sono presenti, con loro realizzazioni, anche gli artisti Nino Attinà, Antonio Devicenzi, Renato Galbusera, Achille Guzzardella, Maria Jannelli, Antonio Miano, Sara Montani, Bruno Pellegrini, Barbara Pietrasanta e Alberto Venditti.

Leggi anche ⬇️

Articoli correlati

top