venerdì,Luglio 30 2021

Lavoratori della Provincia in banca: ancora un nulla di fatto

Questa mattina il volantinaggio davanti alla filiale del Monte dei Paschi di Siena, a mezzogiorno il colloquio tra i dipendenti dell’Ente e il direttore dell'istituto di credito. Lo stesso si è impegnato a verificare le condizioni per il pagamento della mensilità di gennaio, ma il livello della protesta potrebbe salire ancora

Lavoratori della Provincia in banca: ancora un nulla di fatto

Dopo il volantinaggio di questa mattina, i lavoratori attorno a mezzogiorno hanno avuto un incontro con il direttore della filiale del Monte dei Paschi di Siena di viale Kennedy, ovvero la tesoreria della Provincia. Anche stavolta, si è concluso con un nulla di fatto.

«La questione stipendi è all’attenzione di tutti, istituzioni e non. Il direttore ha detto che procederà con delle ulteriori verifiche, dialogando con la sede centrale e valutando se esistono le reali condizioni per pagare la mensilità di gennaio – ha detto uno dei lavoratori a margine dell’incontro -. Siamo pronti ad alzare i toni perché le responsabilità sono di tutti, dagli enti agli organi incaricati».

Dopo la trasferta a Tropea e lo sfogo del portavoce della vertenza Cristian Vardaro, avvenuto ieri davanti al presidente della Regione Mario Oliverio, l’occupazione del terzo piano di Palazzo ex Enel e il volantinaggio di questa mattina, potrebbero dunque esserci nuove azioni dimostrative.

VIDEO | Provincia, lo sfogo dei lavoratori davanti a Oliverio

Domani a Reggio è atteso il premier Matteo Renzi, mentre il 4 maggio arriverà in città il ministro dell’Interno Angelino Alfano; questi due eventi potrebbero essere un’ulteriore occasione per i lavoratori per rivendicare le loro spettanze.

Lunedì, intanto, potrebbero decidere di recarsi alla cittadella regionale di Catanzaro, sede della Regione Calabria. Un blitz, esattamente come quello di stamane, per rivendicare diritti e dignità. E i quattro stipendi arretrati.

Articoli correlati

top