lunedì,Giugno 17 2024

Dai laboratori artigianali agli show cooking: il programma della kermesse “Terra chi chiama” a Brognaturo

Gli appuntamenti animeranno il piccolo centro dal 21 agosto al primo settembre. Non mancheranno momenti dedicati all’arte, alle tradizioni locali, alla cultura

Dai laboratori artigianali agli show cooking: il programma della kermesse “Terra chi chiama” a Brognaturo

L’Amministrazione comunale di Brognaturo riapre gli eventi estivi con la seconda edizione di “Terra chi chiama” con una sinergia territoriale che ha visto la collaborazione di enti e associazioni quali: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; Regione Calabria (Dipartimento “Istruzione, Formazione e Pari  Opportunità”; Dipartimento Turismo Marketing territoriale e mobilità; Presidenza del Consiglio; “Gruppo  Calliope Sguardo d’Arte”; Gal Terre Vibonesi; Proloco Brognaturo “Damiano Valente”; “Laboratorio3000  società cooperativa sociale” “Associazione Brognaturo nel cuore”. Due settimane, dal 21 agosto al primo settembre 2023, ricchi di eventi ad azione identitaria e comunitaria. Un progetto all’interno del “Turismo delle Radici” di cui Brognaturo è il Comune capo fila, articolato per trovare una nuova dimensione al “restare” intesa come volontà, scelta di vivere il nostro territorio. Per la prima volta, il Comune di Brognaturo ospiterà il festival delle arti e delle scelte sostenibili promosso, ogni anno, dal gruppo Calliope Sguardo d’Arte e dalla sua fondatrice, la dott.ssa Maria De Giorgio. Il Festival dal titolo ‘‘ntramenti Terra chi chiama’’ rappresenta l’anima, il legame e la sinergia tra il comune di Brognaturo e il “Gruppo Calliope Sguardo d’Arte”. Si tratta di ritornare a custodire storie e identità, raccontare tradizioni per promuovere nuove forme di incontro e convivenza per un futuro sempre più ampio e diversificato, per «cogliere l’anima di questa terra e di questo paese che chiedono solo di essere amati, valorizzati e rispettati». Al centro della rassegna alcune tematiche identitarie forti e particolarmente in linea con la storia migratoria del paese: le radici, il rapporto tra passato e futuro, l’eredità della tradizione e la creatività come linguaggio capace di operare emancipazioni e diffondere consapevolezza.

Il programma

Prima settimana dal 21 agosto al 27 agosto 2023 (“Turismo delle Radici Terra chi chiama”). Si parte il 21 agosto con il “Bentornato ai migranti” ore 18:00. Dal 22 al 25 agosto 2023 avvio laboratori sui vecchi mestieri.

  • Laboratorio di cucito e ricamo; (Piazza Calvario/ Timpuni)
  • Laboratorio pane e pitta; (Via Annunziata)
  • Laboratorio artigianato (Piazza via Annunziata)
  • 26 agosto 2023 mostra di “scultura e tradizioni brognaturese” presso Ex Convegno dell’Annunziata a partire dalle ore 10:00. A cura dello scultore e artista Zangari Giuseppe e l’artista Cosimo Bertucci
  • 27agosto 2023 spettacolo dei burattini giganti a carattere identitario e comunitario presso piazza del Popolo, ore 18:30

Seconda settimana dal 28 agosto al 1° settembre 2023. (‘‘nTramenti Terra chi chiama”)

  • Il 28 agosto 2023, in mattinata, una lezione di yoga tra i boschi verdeggianti dell’area delle Serre. Al pomeriggio appuntamento con ‘Il lascito della tradizione’, laboratorio di street art a cura dell’artista Antonio Burgello che vedrà la comunità unita nel creare un murale attraverso l’idioma dialettale. La sera focus sulla cucina brognaturese con lo show cooking dal vivo di Sabrina Bianco, vincitrice del premio Pizzaiolo emergente 2021 assegnato da Gambero Rosso e con il supporto di Maccheroni Chef Academy. A seguire ‘E la luna bussò’: osservazione guidata della luna tra scienza, miti e leggende a cura di Eleonora Confalonieri, guida naturalistica.
  • Martedì 29 agosto 2023, al mattino lezione di Pilates all’aperto a cura dell’insegnante Siria Mallamo e al pomeriggio appuntamento con il laboratorio ‘Trame di vite’. Il pubblico verrà invitato a mettere in relazione le opere grafiche del collettivo artistico iraniano Rever Art con una selezione di testi estratti dalle lettere scritte da alcuni emigrati di Brognaturo. Spazio anche alla poesia con ‘Armonie dell’anima’, performance a cura di Biagio Accardi con cui l’autore presenterà il suo nuovo testo. La sera è dedicata all’enologia e alla conoscenza delle etichette delle case vinicole Comerci e Artese, eccellenze femminili di Calabria. Seguirà degustazione e il reading musicale tratto dal romanzo “Il figlio del mare” di Eliana Iorfida, scrittrice e autrice del testo, e Gaspare Tancredi, musicista.
  • Mercoledì pomeriggio 30 agosto spazio all’incontro tra arte e filosofia con il laboratorio ‘’Linguaggio e radici’, dedicato al tema dell’emigrazione, tra memoria del paese lasciato e quello della nuova realtà incontrata, a cura di De Giorgio e Perin di Calliope Sguardo d’Arte. Seguirà la performance pubblica ‘Come strappi ricuciti’ a cura della visual artist Barbara Ranieri. In serata concerto PopolarMente a cura di Règium Sax Quartet, presso l’ex convento dell’Annunziata e il consueto dialogo con gli artisti.
  • Giovedì sera primo settembre 2023 il festival saluta il suo pubblico con lo spettacolo teatrale vernacolare ‘Magherìa e magu allu barra di Maiu’ a cura della Pro Loco e di Brognaturo nel cuore.
  • Dal 28 al 30 agosto 2023, live painting degli artisti ospiti della manifestazione: Marco Ronda (in arte Bislak), Leonardo Cannistrà, Enrico Carnevale (in arte Sano). In occasione della prima edizione del Festival ‘‘nTramenti Terra chi chiama’’ il paese di Brognaturo verrà arricchito dalla creatività di menti – calabresi e non – che esporranno le loro opere lungo le vie del centro storico: Emily Gallè, fotografa, Michele Zaffino, fotografo, Rever Art Team, collettivo artistico iraniano.

LEGGI ANCHE: Torna la fiera CapistranArte con protagonisti i prodotti d’eccellenza del territorio
Tropea, Blue Carpet Music Festival: tutto pronto per il concerto di karima

A Nicotera il concerto del giovane chitarrista Giuseppe Contartese

Articoli correlati

top