giovedì,Novembre 30 2023

Vibo Capitale del Libro “dimentica” di realizzare la Biblioteca a Vibo Marina: l’affondo della Pro loco

Il consiglio di amministrazione dell’associazione ricorda che la sua istituzione era stata inserita dal Comune nel programma di iniziative e già finanziata

Vibo Capitale del Libro “dimentica” di realizzare la Biblioteca a Vibo Marina: l’affondo della Pro loco
Il lungomare di Vibo Marina
Palazzo Luigi Razza, sede del Comune

Il titolo di “Vibo Capitale italiana del libro” presto passerà dalla città capoluogo a quella di Ivrea, ma a Vibo Marina stanno ancora aspettando la realizzazione della Biblioteca comunale. Non solo: nell’anno in cui Vibo Valentia si è fregiata di un titolo nazionale così importante per la sua storia, anche il capoluogo è stato privato della sua Biblioteca di via Jan Palach poiché il Comune è stato costretto a chiuderla per inagibilità dei locali e da mesi si è in attesa che vengano portati a compimento i lavori di manutenzione straordinaria per la cui realizzazione è stata stanziata la somma di 92.520 euro. A ricordare, però, ai vertici dell’amministrazione comunale del capoluogo che nella vicina e popolosa frazione nessuna Biblioteca è stata realizzata – nell’anno di “Vibo Capitale del libro” – è il consiglio di amministrazione della locale Pro loco che non ci sta a fare passare questa “distrazione” in sordina e attacca: «L’attenzione verso la comunità di Vibo Marina – annotano dalla sede dell’associazione di promozione turistica -, e ancor più per il mondo giovanile, può concretizzarsi anche dall’attesa istituzione di una Biblioteca comunale anche sul nostro territorio costiero, iniziativa giustamente inserita nel programma di “Vibo Valentia Capitale Italiana del Libro 2021” e per la cui realizzazione è stata stanziata una cifra di circa 50.000 euro. Nonostante la persistente buona volontà della nostra Pro loco di colloquiare, chiedere gentilmente incontri, collaborare quando richiesto, non appare per ora evidente ove si stia concretizzando questo progetto di Biblioteca pubblica per Vibo Marina». [Continua in basso]

L’ingresso della Biblioteca comunale

Per il consiglio di amministrazione della Pro loco, dunque, «quella offerta dalla proclamazione di “Vibo Capitale del libro” è una opportunità imperdibile per realizzare un servizio assente in un territorio importante e dai tanti problemi. Ciò che Vibo Marina chiede (tra le altre cose) è un luogo idoneo, ampio, moderno e funzionale, in cui fare cultura, una biblioteca aperta al territorio e alle sue necessità di crescita, cardine per la coesione sociale. Ormai manca poco allo scadere dei termini: la non realizzazione della Biblioteca a Vibo Marina – una “vera” biblioteca – così come è stato annunciato avrebbe la valenza per l’intera città di un programma non completato.  Rimaniamo in attesa di vedere cosa, di quanto già previsto, potrà essere ancora fatto – conclude il consiglio di amministrazione della Pro loco di Vibo Marina – certi che nessuno vorrebbe un altro “senza” per Vibo Marina, un’altra silenziosa e ingiustificata privazione, un’altra dimenticanza, che sarebbe profonda delusione, soprattutto per i giovani, verso un modo di fare politica e amministrazione».

LEGGI ANCHE: “Vibo Capitale del Libro”, ciò che resta alla città fra spese, eventi e…determine

LEGGI ANCHE: Biblioteca di Vibo, Lo Gatto (“Azione”): «Dall’assessore Rotino soltanto scuse»

LEGGI ANCHE: Biblioteca comunale di Vibo: «Siamo alle battute finali, a breve la consegna dei lavori»

Articoli correlati

top