sabato,Giugno 22 2024

Sanità vibonese, il Pd: «Da Giuliano parole che confermano preoccupazioni»

Delegazione democrat ha incontrato il commissario dell’Azienda sanitaria. Di Bartolo: «Necessario affrontare i problemi attraverso azioni incisive e dirette a rispondere in modo concreto alle esigenze delle persone»

Sanità vibonese, il Pd: «Da Giuliano parole che confermano preoccupazioni»
Giovanni Di Bartolo

Questa mattina una delegazione del Partito democratico, composta dal segretario provinciale Giovanni Di Bartolo, dai consiglieri regionali Ernesto Alecci e Raffaele Mammoliti, da una rappresentanza di amministratori locali formata dalla consigliera comunale Laura Pugliese, dal sindaco di Nardodipace Antonio Demasi, dal vicesindaco di San Costantino Riccardo Mercatante, ha incontrato il commissario dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, Giuseppe Giuliano. «Abbiamo messo sul tavolo l’emergenza del Pronto soccorso, il piano assunzionale recentemente approvato e la stabilizzazione del personale precario, gli interventi sulle liste d’attesa, gli ultimi atti per l’assistenza territoriale, la riorganizzazione delle strutture ospedaliere, l’iter per la costruzione del nuovo ospedale. Il confronto è stato ampio e serrato, ma non siamo soddisfatti dalle parole che abbiamo ascoltato. Anzi, sono state confermate perplessità e forti preoccupazioni sull’efficacia delle misure portate avanti dall’Azienda sanitaria, talvolta troppo timida nel tentare di uscire da vecchie logiche gestionali», lo ha dichiarato il segretario provinciale democrat, a margine dell’incontro avvenuto in via Dante Alighieri. [Continua in basso]

Giuseppe Giuliano

«Il Partito democratico – ha proseguito – proseguirà su questo percorso di mobilitazione tenendo aperto il dialogo con le figure di riferimento istituzionali, gli amministratori locali, i professionisti del settore, le organizzazioni di categoria, comitati e movimenti civici. Siamo convinti sia necessario affrontare i problemi della sanità attraverso azioni incisive e dirette a rispondere in modo concreto alle esigenze delle persone. È passata, insomma, una settimana dall’ultimo grido d’allarme lanciato dagli operatori sanitari sulle già note emergenze del Pronto soccorso di Vibo Valentia. Lo stato della sanità vibonese ha raggiunto un livello di criticità tale da imporre a ogni livello istituzionale la mobilitazione e l’assunzione di provvedimenti urgenti. La risposta del Partito democratico è stata tempestiva e ha chiamato in causa i rappresentanti che hanno responsabilità nell’ambito sanitario, dal commissario regionale Roberto Occhiuto alla presidente della conferenza dei sindaci Maria Limardo, dal presidente della commissione sanità Michele Comito – ha concluso Di Bartolo – al commissario dell’Azienda provinciale Giuseppe Giuliano».

LEGGI ANCHE: Medicina interna: l’Asp di Vibo proroga i contratti a due specialisti, ma uno si dimette

Serra, Barillari annuncia un Consiglio comunale aperto sul tema dell’ospedale

Vibo, medici del Pronto soccorso allo stremo: in aiuto sanitari di altri reparti. Ecco quanti sono

Articoli correlati

top