sabato,Giugno 22 2024

Estate a rischio codice rosso in Pronto soccorso: mancano medici, l’Asp di Vibo ne cerca dieci

La popolazione aumenta ma i camici bianchi restano pochi. Dopo l'ultimo concorso nessuno ha accettato il posto. In attesa di un nuovo bando unitamente a Catanzaro, avviso pubblico per "coprire" i prossimi quattro mesi

Estate a rischio codice rosso in Pronto soccorso: mancano medici, l’Asp di Vibo ne cerca dieci
L'ingresso del Pronto soccorso dell'ospedale di Vibo

Con l’inizio dell’estate e il conseguente aumento della popolazione, piuttosto consistente in una zona ad alta vocazione turistica come il Vibonese, si fa ancora più «urgente ed indifferibile» l’assunzione di medici in Pronto soccorso, area gravata più delle altre dalla carenza di personale che abbinata ai grossi carichi di lavoro rischia di far diventare esplosiva la situazione. La ricerca di camici bianchi per la Chirurgia e Medicina di Accettazione e di Urgenza da parte dell’Asp di Vibo Valentia dunque riprende: nei giorni scorsi è stato pubblicato un avviso pubblico, per soli titoli, per il reclutamento a tempo pieno e determinato di dieci medici, da assumere per mesi quattro, eventualmente prorogabili. Professionisti necessari, si legge nella delibera firmata dal neocommissario dell’Asp Antonio Battistini, «al fine di continuare a garantire – alla popolazione del territorio dell’Azienda Sanitaria Provinciale – le prestazioni previste dai livelli essenziali minimi di assistenza».

Ricerche a vuoto

Una ricerca di personale, quella dell’Asp di Vibo per l’area della Chirurgia e Medicina di Accettazione e di Urgenza, che va avanti da tempo e che finora si è risolta sostanzialmente in tanti buchi nell’acqua. Praticamente nessun beneficio è stato tratto dall’ultimo concorso pubblico per la copertura di tre posti a tempo indeterminato, bandito a novembre 2021 e le cui procedure si sono concluse lo scorso fine marzo. Allora l’Asp ha dato il via libera all’assunzione dei candidati collocatisi al primo, al secondo e al terzo posto in graduatoria, precisando che «in caso di mancata accettazione da parte dei vincitori della procedura concorsuale si procederà automaticamente allo scorrimento della graduatoria (cinque in tutto i componenti, ndr)». Nessuno però ha al momento accettato quei posti, che sono rimasti vacanti. Si legge nella delibera firmata da Battistini citata sopra: «Nessuno dei candidati utilmente collocatisi ha comunicato la propria accettazione all’instaurazione del relativo rapporto di lavoro, a tempo pieno ed indeterminato, con questa Asp». L’Azieda sanitaria provinciale ha quindi tentato di “tappare i buchi” con la pubblicazione di diversi avvisi di selezione pubblica, per soli titoli, volti al conferimento di incarichi a tempo determinato nonché di incarichi libero professionali, «che tuttavia hanno consentito di acquisire la disponibilità di un unico candidato per n. 24 ore settimanali». Incarico affidato con delibera dello scorso 20 giugno, per la durata di 12 mesi e con un compenso di 85 euro all’ora più rimborso spese.

Il nuovo avviso

Considerata la difficoltà di reclutare medici per il Pronto soccorso, l’Asp di Vibo ha recentemente sottoscritto «apposita convenzione con l’Asp di Catanzaro per l’attivazione in forma aggregata della relativa procedura concorsuale». Nel frattempo si fa ricorso alle prestazioni aggiuntive, prorogate fino al 31 dicembre, e si spera, perlomeno per affrontare i mesi estivi, nel reclutamento di dieci medici di cui sopra. La selezione – si legge nel nuovo avviso pubblico – è aperta ai medici già specializzati e agli specializzandi a partire dal terzo anno del corso di formazione specialistica nella disciplina in oggetto o in disciplina affine o equipollente. Questi ultimi verranno collocati in una graduatoria separata. Per quanto riguarda il trattamento economico, sarà quello previsto dal vigente contratto collettivo nazionale di lavoro per l’apposita area di contrattazione dell’Area Sanità. Il termine per presentare domanda è fissato all’8 luglio.

LEGGI ANCHE: Crollo all’ospedale di Vibo, il commissario Asp: «Ventuno milioni per ristrutturare» – Video

Vibo, nuova protesta per la sanità davanti allo Jazzolino: «Qui diritto alla salute mortificato» – Video

Articoli correlati

top