domenica,Luglio 21 2024

Vibo: allo Spirito Santo l’esibizione dell’orchestra sinfonica del Conservatorio

La manifestazione, sostenuta dal Ministero della Cultura e dalla Regione Calabria, rientra fra quelle promosse congiuntamente dal "Torrefranca" e da Ama Calabria

Vibo: allo Spirito Santo l’esibizione dell’orchestra sinfonica del Conservatorio
L'Auditorium dello Spirito Santo
Eliseo Castriglianò

Giovedì 21 luglio 2022, alle ore 18, nell’Auditorium dello Spirito Santo, nuovo appuntamento con l’Orchestra sinfonica del Conservatorio di Vibo Valentia diretta dal maestro Eliseo Castriglianò. La manifestazione, sostenuta dal Ministero della Cultura e dalla Regione Calabria nell’ambito del progetto “Calabria Straordinaria”, rientra fra quelle promosse congiuntamente dal Conservatorio di Vibo Valentia e Ama Calabria in collaborazione con le principali associazioni culturali della città. Nato a Lecce, Eliseo Castriglianò ha studiato direzione d’orchestra sotto la guida di Fabrizio Dorsi, Piero Bellugi, Bruno Aprea e Nicola Samale, seguendo i corsi di specializzazione presso la fondazione “I Pomeriggi Musicali” di Milano, i corsi di alto perfezionamento presso la “Scuola di Musica di Fiesole” dove è risultato vincitore della prestigiosa borsa di studio intitolata a Carlo Maria Giulini, e presso la “Royal Danish Academy of Music” di Copenhagen tenuti da Markus Lehtinen e da Jorma Panula. Ha conseguito il master in direzione d’orchestra presso il conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia con Donato Renzetti, Bruno Bartoletti, Lu Jia, Lior Shambadal, che gli hanno assegnato all’unanimità la borsa di studio come miglior allievo del corso. Al debutto sul podio è stato salutato dalla critica come una delle promesse più interessantidella nuova scena musicale italiana. Il programma del concerto, dedicato interamente alla musica da films, prevede l’esecuzione di alcune fra le più belle colonne sonore composte da Henry Mancini, Ennio Morricone, Nino Rota, Riz Ortolani, Luis Bacalov, Scott Joplin, John Towner Williams e Nicola Piovani. [Continua in basso]

Dirige indistintamente repertorio il sinfonico, operistico e il balletto, e ha un repertorio che spazia da Benjamin Britten a Manuel de Falla, da Johann Sebastian Bach a Michael Nyman, del quale ha diretto la prima assoluta italiana della sinfonia n. 2. In qualità di direttore ospite, ha diretto i Solisti dell’Accademia del Teatro alla Scala, il coro e l’orchestra del Bergamo Musica Festival, l’orchestra del Teatro lirico di Cagliari, l’orchestra sinfonica della fondazione “Tito Schipa” di Lecce, l’orchestra del Teatro di Kiev, l’orchestra della Provincia di Bari, l’orchestra dell’Opera di Cluj, l’orchestra della Magna Grecia di Taranto, la “Danish Radio Symphony Orchestra” di Copenhagen, l’orchestra della radio di Atene, la “Kapu Bandi Orchestra” di Helsinki, l’orchestra sinfonica di Bourgas e nel 2015 ha debuttato al Teatro Regio di Parma nell’ambito del Festival Verdi dirigendo un concerto lirico-sinfonico con i vincitori del Concorso Internazionale Voci verdiane “Città di Busseto”, ottenendo ottimi consensi di pubblico e di critica. Fra gli artisti con cui collabora ricordiamo, fra gli altri, Roberto Cappello, Benedetto Lupo, Beatrice Rana, Paata Burchuladze, Roberto De Candia, Valeria Esposito, Raùl Giménez, Gregory Kunde, Bruno Praticò, Désirée Rancatore, Lorenzo Regazzo, Katia Ricciarelli, Dimitra Theodossiou. Incide per l’etichetta Naxos ed attualmente è il Direttore musicale dell’Orpheo Ensemble nel Salento.

Articoli correlati

top