giovedì,Maggio 30 2024

Sistema bibliotecario vibonese: Domenico Petrolo riunisce la Conferenza dei sindaci

Iniziativa del primo cittadino di Rombiolo: «Conscio dell’importanza che riveste questa agenzia culturale, ritengo necessario ed urgente che si faccia una riflessione attenta sulle azioni da intraprendere»

Sistema bibliotecario vibonese: Domenico Petrolo riunisce la Conferenza dei sindaci
Una sala del Sistema bibliotecario vibonese
Palazzo Santa Chiara, sede del Sistema

Una breve missiva indirizzata e inviata a tutti i sindaci aderenti al Sistema bibliotecario vibonese. Mittente un allarmato primo cittadino di Rombiolo Domenico Petrolo.  «Cari colleghi – scrive dunque quest’ultimo -, dopo avere appreso, dalla stampa prima e successivamente tramite pec, delle dimissioni del presidente del Sistema bibliotecario vibonese, quale membro anziano della Conferenza dei sindaci dei Comuni aderenti al Sistema sono stato invitato a convocare l’assemblea. Conscio dell’importanza che riveste questa agenzia culturale per il nostro territorio, ritengo necessario ed urgente che si faccia una riflessione attenta sulle azioni da intraprendere per rilanciarne il ruolo. Pertanto, previo vostro assenso, intendo formalizzare la convocazione dell’assemblea dei sindaci in presenza con il seguente ordine del giorno: presa d’atto delle dimissioni del presidente e del direttore; determinazioni dell’assemblea. A detta assemblea – conclude la lettera del sindaco Petrolo – saranno invitati il presidente ed il direttore dimissionario». [Continua in basso]

Le dimissioni di L’Andolina e l’ulteriore incertezza per il futuro

Le recenti dimissioni dell’ormai ex presidente del consiglio di amministrazione del Sistema Corrado L’Andolina – che hanno generato ulteriore preoccupazione per la sorte del centro culturale –   sono state motivate in una breve missiva nella quale il primo cittadino di Zambrone ha spiegato di avere lasciato l’incarico per criticità acute relative alla condizione amministrativa, contabile e debitoria del Sistema e carenza di strumenti adeguati per ripristinare l’ordinario funzionamento del Sistema. «Per l’eventuale superamento di tale fase – ha fatto presente nella sua lettera l’interessato – sarà necessario attivare una nuova fase programmatoria con strumenti del tutto eccezionali e straordinari. Rivendico, con orgoglio, di essere riusciti a dare continuità al “Festival Leggere&Scrivere” e ciò anche grazie al fondamentale supporto del sindaco Maria Limardo e dell’amministrazione comunale di Vibo Valentia e di essere comunque riusciti a realizzare numerose iniziative culturali in questi ultimi sette mesi di attività».

I nodi del Sistema: poco personale e grave carenza di risorse finanziarie

Il Sistema bibliotecario – è noto – sta attraversando una fase difficilissima per via della carenza di personale e di fondi necessari al mantenimento globale del centro culturale ubicato nello storico Palazzo Santa Chiara. Ad oggi, infatti, al Sistema è rimasto di fatto un solo dipendente, più alcuni operatori del servizio civile, e un volontario. Tradotto: si viaggia verso la chiusura della struttura. Un centro culturale finanziato dalla Regione Calabria  «fino al 2008,  come per legge, anno in cui però  – hanno spiegato qualche tempo fa alla nostra testata dalla sede del centro culturale – la legge che riguardava i Sistemi bibliotecari è stata definanziata. Per qualche tempo, poi, è stata la Provincia di Vibo Valentia a farsene carico ma, dopo il dissesto finanziario dell’ente, è venuto a mancare anche tale finanziamento. Da allora il Sbv ha dovuto provvedere al proprio sostentamento senza avere una base economica stabile su cui contare, basandosi sulle proprie forze, sulle competenze e sul lavoro dei bibliotecari che negli anni hanno messo a disposizione la loro professionalità: l’unica forma di sostentamento – si fa notare – negli ultimi anni, infatti, è pervenuta solo dai bandi nazionali e regionali che il Sbv è riuscito ad aggiudicarsi grazie ai propri progetti fortemente innovativi».

LEGGI ANCHE: Sistema bibliotecario vibonese: «Si tenta di non morire nel silenzio della città»

Dimissioni al Sistema bibliotecario, Di Bartolo: «Stato di criticità serio»

Sistema Bibliotecario Vibonese, si dimette il presidente Corrado L’Andolina

Articoli correlati

top