lunedì,Luglio 15 2024

Capistrano: l’incoronazione della statua della Madonna e il restauro dell’altare maggiore – Video

Intensi momenti di fede nel piccolo centro del Vibonese. I diademi sono stati realizzati dal maestro orafo Affidato con la fusione dell’oro ex voto

Capistrano: l’incoronazione della statua della Madonna e il restauro dell’altare maggiore – Video

di Andrea Fera
La comunità di Capistrano riunita nel segno della fede e della devozione incondizionata verso la Vergine di Polsi. La cerimonia di incoronazione della statua della Madonna della Montagna e la presentazione del restauro della “Cappella della Vergine di Polsi”, ovvero l’Altare Maggiore della Chiesa Matrice (risalente al ‘700), testimoniano ancora una volta il forte legame di fede della comunità capistranese che si perpetua da oltre 260 anni. Nel pomeriggio di ieri, infatti, ha avuto luogo la funzione religiosa officiata dal parroco della parrocchia di “San Nicola”, padre Antonio Calafati e dal vicario del vescovo Attilio Nostro, don Nunzio Maccarone. L’evento si profila come il completamento del percorso intrapreso lo scorso anno con il prestigioso lavoro di realizzazione delle corone per il simulacro della Madonna della Montagna, da parte del maestro orafo Michele Affidato, tra i più autorevoli esponenti contemporanei di arte sacra. È ancora vivo nella memoria di tutti i fedeli il processo di fusione dell’oro ex voto, svolto pubblicamente dal maestro Affidato, sancito dalla realizzazione e presentazione ai fedeli dei due diademi che andranno ad impreziosire il simulacro settecentesco. Un evento importante che si accompagna ad un altro, anch’esso altrettanto rilevante, ossia, il restauro dell’Altare Maggiore che, grazie all’opera intrapresa dal maestro restauratore Nicola Mazzitelli, torna a mostrare i suoi colori e le sue decorazioni originali, degradati e modificati attraverso sovracolorazioni o semplice usura, nell’arco di tre secoli. Sul monumentale altare del ’700, realizzato in legno di castagno, è ora possibile ammirare i colori originali, le decorazioni a olio e ad effetto “finto marmo”, impreziositi da particolari in lamina d’oro, così come hanno spiegato nei loro interventi Nicola Mazzitelli e lo studioso Mario Manduca, il quale ha offerto anche un’approfondita dissertazione sulla storia della Chiesa e dell’altare stesso. 

L’arte del maestro orafo Michele Affidato

Il nome di Michele Affidato è da ricondurre ad uno dei maestri orafi più importanti del nostro secolo. La sua arte ha valicato i confini nazionali, per imporsi nel panorama artistico mondiale, grazie ad opere di altissima e finissima scuola orafa. Una particolare menzione merita la sua attività collegata al mondo dell’arte sacra. In questo settore, infatti, grazie alla sua attività costante di studio e di ricerca, il maestro crotoniate è considerato un riferimento assoluto. È stato lo stesso maestro a spiegare tecnicamente la composizione del prestigioso lavoro eseguito per il simulacro della Madonna della Montagna. «Le corone, tutte in oro, sono state realizzate interamente a mano con cesellatura di elementi floreali e lavorazioni a rilievo. Sono stati inseriti n. 38 incastri con incastonate pietre naturali di diverse misure, sia di taglio tondo che di taglio ovale sfaccettato. Le pietre sono costituite da topazi azzurri, ametiste e quarzo citrino». Infine, il ringraziamento del maestro all’intera comunità dei fedeli di Capistrano: «Ringrazio per questo incarico don Antonio Calafati e, attraverso lui, l’intera città di Capistrano, per la fiducia accordatami. L’augurio per tutti – ha concluso – è che la Madonna possa sempre proteggerci, illuminarci e guidarci in questo momento di cambiamenti epocali e di grandi sacrifici per tutti, e donarci la speranza di un mondo migliore, costruito sulle solide basi della pace e dell’amore».

LEGGI ANCHE: La scultura “La Tropea d’Argento” a Papa Francesco

Bivona, la comunità di San Pietro festeggia il santo patrono

Mileto, dopo un complesso restauro ritorna a “casa” l’antica statua dell’Immacolata Concezione

Articoli correlati

top