martedì,Giugno 18 2024

Benessere psicologico, a Monterosso nasce lo Sportello d’ascolto

Il progetto punta a migliorare la qualità della vita e prevenire possibili disagi e difficoltà nella relazione con se stessi e con il mondo esterno

Benessere psicologico, a Monterosso nasce lo Sportello d’ascolto

Dal 30 ottobre sarà attivo lo Sportello di ascolto, servizio di grande utilità sociale curato dal Cda Calabria in collaborazione con il Comune di Monterosso Calabro. Nei locali dell’ente, presso l’ufficio servizi sociali, la psicologa Katia Ruscio referente locale dell’Associazione sarà pronta ad offrire un ulteriore ed utile servizio ai cittadini. Il sindaco Antonio Lampasi e la presidente Graziella Catozza in occasione di “ottobre il mese del benessere psicologico”, promuovono con azione concreta la campagna di sensibilizzazione e promozione della cultura del benessere della persona che ha lo scopo di migliorare la qualità della vita e prevenire possibili disagi e difficoltà nella relazione con se stessi e con il mondo esterno, con particolare attenzione alle donne in difficoltà. Il benessere psicologico è la condizione psicologica e fisica ottimale che permette di stare bene con se stessi e con gli altri, realizzarsi e raggiungere i propri obiettivi, prendere decisioni, risolvere difficoltà nelle relazioni, sapere affrontare gli eventi stressanti. Il progetto offre ai cittadini un servizio informativo di prima consulenza diretta alla prevenzione e alla possibile presa in carico dei disturbi dell’area del benessere psicologico. Il concetto di benessere si lega a quello di salute che ha subito anch’esso negli ultimi anni un sostanziale mutamento: da assenza di malattia si è passati alla definizione di salute come stato di benessere a più livelli, fisico, psicologico, culturale.

LEGGI ANCHE: “Violenza di genere: quale terapia?”, il Rotary di Nicotera e Polistena ne parla nelle scuole

Filadelfia celebra la Giornata mondiale della consapevolezza sulla perdita perinatale e infantile

Autismo, dalle terapie alle difficoltà delle famiglie. Angsa Vibo: «Spesso spese insostenibili»

Articoli correlati

top