sabato,Aprile 20 2024

Il ministero del Turismo sceglie il porto di Vibo per l’attivazione del Wi-Fi

Lo annunciano il sindaco Maria Limardo e l’assessore all’Innovazione tecnologica Michele Falduto. L’intervento riguarderà la zona di via Emilia

Il ministero del Turismo sceglie il porto di Vibo per l’attivazione del Wi-Fi

Il porto di Vibo Marina è stato scelto come uno dei Punti di Interesse Pilota che beneficerà prioritariamente dell’intervento Wi-Fi by Italia.it. A darne notizia, il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo e l’assessore all’Innovazione tecnologica Michele Falduto. «È l’ennesima conferma – dichiara il primo cittadino – della grande rilevanza rivestita dal nostro scalo portuale, che riceve un altro riconoscimento questa volta da parte del ministero del Turismo». Per l’assessore Falduto «Si tratta di un’iniziativa finanziata interamente dal ministero mediante le risorse del Piano per lo sviluppo e la coesione del turismo (PSC) 2014-2020 – spiega- che riguarderà l’attivazione di nuovi punti di accesso wi-fi per migliorare l’infrastruttura digitale e creare reti pubbliche gratuite per i turisti. Nel nostro caso, l’intervento riguarderà la zona di via Emilia, attualmente non coperta da una rete wi-fi pubblica ma molto frequentata da turisti e diportisti. Il potenziamento dell’accessibilità è uno dei punti fondamentali della governance digitale forte e responsabile che – conclude l’assessore all’Innovazione tecnologica – l’amministrazione comunale ha sin da subito deciso di intraprendere per portare anche la nostra città a registrare numeri apprezzabili nel percorso di raggiungimento progressivo di livelli crescenti di digitalizzazione». A tal fine è stata appena approvata una delibera di giunta con la quale si dà mandato al sindaco di stipulare il protocollo d’intesa tra Comune e Ministero per rendere operativi i punti d’accesso wifi, che sono già stati installati. Nel frattempo, sempre sul fronte dell’implementazione dell’infrastruttura digitale del Comune di Vibo Valentia, è stata già emanata una direttiva grazie alla quale, dal primo gennaio, tutti i documenti interni verranno smistati agli uffici non più su supporto cartaceo ma direttamente con sistema telematico. Un adeguamento che consentirà, in tal modo, di porre Vibo al passo coi tempi, incidendo sulle tempistiche di trasmissione delle varie pratiche ed anche sul monitoraggio delle stesse. La direttiva giunge a compimento di un percorso di formazione da parte degli stessi dipendenti comunali nel corso degli ultimi mesi, per come voluto dall’assessore Falduto.

LEGGI ANCHE: Serra, wi-fi gratuiti su Corso Umberto I: nuove iniziative per la crescita socio-economica

Realizzazione di quattro centri di facilitazione digitale all’interno dell’Ambito Territoriale di Vibo

Articoli correlati

top