lunedì,Maggio 20 2024

Piscina chiusa e ancora niente bando per la gestione: il Pd insiste e chiede lumi al Comune di Vibo

Il capogruppo democrat Stefano Soriano ha sollecitato la convocazione «urgente» in sede di IV commissione consiliare del delegato allo Sport e del dirigente di settore

Piscina chiusa e ancora niente bando per la gestione: il Pd insiste e chiede lumi al Comune di Vibo
La Piscina chiusa e, nel riquadro, Stefano Soriano (Pd)
L’interno della Piscina comunale quando era in funzione

Il Partito democratico non molla la presa attorno alla chiusura, oramai da quasi due anni, della Piscina comunale di Vibo Valentia. Ed è sempre il capogruppo consiliare democrat a Palazzo Luigi Razza Stefano Soriano a fare sapere che in sede di IV commissione consiliare, presieduta da Antonino Roschetti, ha chiesto che il consigliere delegato allo Sport Antonio Schiavello ed il dirigente comunale di Settore Adriana Teti vengano convocati con «urgenza per rendere chiarimenti sul motivo per cui ancora non è stato pubblicato il bando per l’affidamento dell’impianto sportivo. Non è più tollerabile – aggiunge il capogruppo del Pd – che questa struttura sia chiusa e il continuo rinvio provoca solo danni ad una città che invece avrebbe davvero bisogno di spazi come questo». Detto questo, Stefano Soriano fa sapere ancora che a breve saranno avviate dal Partito democratico cittadino «iniziative che avranno l’obiettivo di favorire la riapertura della Piscina comunale». [Continua in basso]

Gli ostacoli: caldaia, impianto di riscaldamento e costi dell’energia

L'ingresso della piscina comunale di Vibo Valentia
L’ingresso della piscina comunale

Non è la prima volta che il capogruppo del Pd interviene in merito all’annosa vicenda legata proprio alla chiusura della struttura sportiva di località Maita, chiusura dovuta soprattutto – per come riferito dallo stesso interessato già in un suo precedente intervento di fine giugno – all’impianto di riscaldamento ed alla caldaia oltre che agli elevati costi dell’energia elettrica. In quella occasione, sempre Stefano Soriano non ha mancato di ricordare all’amministrazione comunale che la Piscina comunale, «chiusa da oramai quasi due anni dapprima per il Covid, poi per problemi legati alla società che la gestiva ed, infine, a causa di un’amministrazione che è incapace persino di pubblicare il nuovo bando per l’affidamento della struttura. La Piscina versa in condizione di apparente abbandono e stante a quanto riferito dall’ex assessore allo Sport, bisognevole di lavori per un importo di almeno 300mila euro. In tutto questo – ha rimarcato ancora l’esponente di minoranza al Comune capoluogo – l’amministrazione Limardo, che ha tra i suoi obiettivi la valorizzazione almeno a parole, delle strutture sportive resta immobile ad aspettare, non si comprende bene cosa, senza neanche inserire la Piscina comunale, almeno per come riferito dall’ex assessore allo Sport in commissione, tra quelle strutture che potrebbero beneficiare dei fondi del Piano nazionale di rinascita e resilienza per l’efficientamento energetico».

LEGGI ANCHE: Piscina, la Penta Vibo Nuoto: «Disponibili a discutere della riattivazione della struttura»

LEGGI ANCHE: Piscina di Vibo chiusa, il direttore: «Puntiamo alla revoca del fallimento della Cosenza Nuoto»

Articoli correlati

top