venerdì,Aprile 12 2024

Drapia: frana sulla Sp17, il sindaco Porcelli richiama l’attenzione della Provincia

Il primo cittadino: «Da due anni solo promesse. Il pericolo per la viabilità è alto. Serve un intervento urgente»

Drapia: frana sulla Sp17, il sindaco Porcelli richiama l’attenzione della Provincia
Alessandro Porcelli sindaco di Drapia

«Mi auguro che il nuovo presidente della Provincia di Vibo Valentia, s’impegni per ripristinare la viabilità lungo la Sp 17, rimasta abbandonata dal 2020 fino ad oggi». Queste le affermazioni del sindaco di Drapia Alessandro Porcelli il quale, assieme a tutta la popolazione del territorio e a quanti percorrono quotidianamente quel tratto, attende un impegno concreto. «Finora – ha rimarcato Porcelli – abbiamo ricevuto soltanto parole e promesse d’impegno, ma la viabilità resta di fatto compromessa». I fatti in questione risalgono all’inverno del 2020 quando, a séguito di intense piogge, lungo la Sp 17 si verificò uno smottamento importante nei pressi di uno dei tornanti che affacciano sulla frazione di Sant’Angelo di Drapia e che, andandosi a riversare sul tratto sottostante, ostruì il deflusso delle acque alla base dell’asse viario, causando, dunque, il cedimento dello stesso. [Continua in basso]

Cedimento che, lo ricordiamo, invase di fango e detriti anche il cantiere di un’abitazione in costruzione. Ad oggi, tutto resta “circoscritto” con alcuni pali di ferro, dove è stata fissata una rete di plastica arancione, e con una piccola barriera di cemento che delimita la sede viaria dalla corona di frana. Nessuna opportuna segnalazione per chi transita da e per Tropea. Gli automobilisti a conoscenza del fatto sono soliti rallentare e segnalare la propria presenza con un colpo di clacson al fine di agevolare lo scorrimento a ridosso del tornante, ma il pericolo, non segnalato, resta alto soprattutto per coloro che non sono a conoscenza del restringimento di corsia. «Quella piccola barriera in cemento, che segue tutto il percorso del cedimento, è stata posta per consentire in qualche misura il deflusso delle acque piovane – ha aggiunto Porcelli –, così da evitare l’ampliarsi del problema, ma di certo non lo risolve. Né, tanto meno, rende sicura la
strada. Stiamo parlando di una strada provinciale su cui gravita parecchio traffico veicolare anche pesante, il quale indubbiamente s’incrementa nei mesi estivi, e che viene percorsa dai mezzi di soccorso che fanno da spola tra la costa e l’entroterra. Eppure, tutto questo in due anni non ha mai interessato l’ente provinciale anzi, è un disservizio gravissimo per il nostro territorio. Spero davvero che ora s’intervenga e in tempi rapidi, soprattutto per scongiurare probabili incidenti automobilistici».

LEGGI ANCHE: Drapia, in corso l’ampliamento della strada in località Taccone

Strade da incubo nel Vibonese e “politici” al lavoro in questi giorni per… la presidenza della Provincia

San Calogero, il comitato “Strade sicure”: «La Regione realizzi i lavori sul fosso Scalone»

Articoli correlati

top