mercoledì,Aprile 17 2024

Spiagge sicure, Fratelli d’Italia Vibo sui fondi a quattro Comuni: «Ottimo risultato»

Il coordinatore provinciale La Gamba: «Risorse utili a sostenere l’economia sana e contrastare le varie forme di illegalità»

Spiagge sicure, Fratelli d’Italia Vibo sui fondi a quattro Comuni: «Ottimo risultato»

Il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia, tramite Pasquale La Gamba, esprime soddisfazione per il finanziamento di 33mila euro nel progetto Spiagge Sicure – Estate 2023”. I fondi saranno destinati a quattro comuni del vibonese, dei sei in tutta la regione Calabria.  I comuni interessati dal finanziamento sono Pizzo Calabro, Tropea, Zambrone e Parghelia e rientrano tra i sessanta Comuni destinatari del fondo per la sicurezza urbana del progetto attuato dal Ministero dell’Interno a favore dei comuni litoranei: «Un ottimo risultato – afferma La Gamba-che conferma l’attenzione che il Viminale rivolge alle esigenze di sicurezza dei territori, e ciò anche grazie al lavoro del ministro Piantedosi, del sottosegretario Wanda Ferro e dell’Ufficio Territoriale del Governo nella persona del prefetto Paolo Giovanni Grieco». Il finanziamento «permetterà, alle amministrazioni locali interessate, a favorire assunzioni a tempo determinato e il pagamento del lavoro straordinario della polizia locale, l’acquisto di dotazioni, attrezzature e mezzi di sicurezza urbana, sostenere campagne informative contro la contraffazione e l’abusivismo. Il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia – chiosa il coordinatore provinciale FdI- plaude a questa importante iniziativa del Governo che mira a sostenere l’imprenditoria sana e a contrastare tutte quelle forme di illegalità nel sempre più delicato settore commerciale, sostenendo così un miglioramento dei servizi turistici».

LEGGI ANCHE: “Spiagge sicure 2023”: finanziati pure i Comuni di Pizzo, Zambrone, Tropea e Parghelia

Joppolo: i fondi per depuratori e torrenti ci sono, ma il mare anche oggi è sporco

Vibo, il sindaco ordina la pulizia e manutenzione aree private: «I cittadini collaborino»

Articoli correlati

top