domenica,Luglio 14 2024

Fratelli (coltelli) d’Italia a Vibo: Falduto sfida La Gamba per la guida del partito

Congresso provinciale al 501 hotel per il partito di Giorgia Meloni. Largamente definiti gli schieramenti in campo, ma la differenza la farà la “campagna” tesseramenti, atteso che la coerenza nel Vibonese per tanti aspetti resta ancora lontana in Fdi e più di qualcuno rischia di farsi “male”

Fratelli (coltelli) d’Italia a Vibo: Falduto sfida La Gamba per la guida del partito
Nei riquadri a sinistra Pasquale La Gamba e in basso Sabatino Falduto, a destra Giorgia Meloni
Pasquale La Gamba

Tutto pronto a Vibo Valentia per il congresso provinciale di Fratelli d’Italia. Fratelli… coltelli verrebbe in questo caso da dire, atteso che non mancano accese rivalità interne, visioni opposte del partito, “tradimenti”, colpi bassi e accuse reciproche di incoerenza politica. Destra…cercasi, insomma, per la guida di quello che è divenuto il primo partito d’Italia (complice lo scontento generale dei cittadini sui precedenti Governi sostenuti, a corrente alternata, da tutte le forze politiche) e che a Vibo Valentia vede quali contendenti Pasquale La Gamba, attuale coordinatore provinciale, e Sabatino Falduto. A sostegno di Pasquale La Gamba ci sono certamente schierati: Maddalena Basile (ex consigliera ed assessore comunale a Vibo, ex consigliera regionale), Antonello Fuscà, Raffaele Manduca (già assessore nella giunta di Elio Costa nonché ex coordinatore provinciale di Forza Italia), Francesco D’Agostino (attuale vice coordinatore provinciale di Fdi e già consigliere comunale a Soriano). A sostegno di Sabatino Falduto ci sono invece: Salvatore Pronestì (coordinatore cittadino a Vibo di Fratelli d’Italia), Francesco Fazio (sindaco di Fabrizia), Franco Tigani (figura storica dell’ex Msi prima e Alleanza nazionale poi, ex consigliere provinciale con An ma avvicinatosi successivamente all’ex presidente della Provincia Gaetano Ottavio Bruni all’epoca nel Ppi-Margherita), Franco Stinà (esponente di Riva destra), Nicoletta Corigliano, Caterina Gaudioso, Michele Falduto (attuale assessore comunale a Vibo nella giunta Limardo nonché fratello di Sabatino).

I percorsi politici di La Gamba e Falduto

Sabatino Falduto

Differenti i percorsi politici dei contendenti alla guida del coordinamento provinciale del partito di Giorgia Meloni. Pasquale La Gamba proviene dal Fronte della Gioventù, al tempo molto vicino all’ex deputato di An Domenico Basile. Poi vicinissimo all’ex presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti (al quale è legato da un rapporto personale di lunga data e che non ha abbandonato neanche dopo la condanna definitiva dell’ex governatore), Pasquale La Gamba è stato consigliere comunale nonché assessore e vicesindaco di Vibo (con Nicola D’Agostino sindaco) dal 2010 al 2015. Nel 2013 è stato candidato alla Camera dei deputati. Più complesso il percorso politico dell’avvocato Sabatino Falduto. Ex Udc e in quota di tale partito assessore comunale nella giunta di Nicola D’Agostino, Sabatino Falduto è poi passato dal centrodestra al centrosinistra divenendo nel 2015 consigliere comunale del Pd (eletto nella lista “Lo Schiavo sindaco” nel 2015). Nell’ottobre del 2017 Sabatino Falduto abbandona anche il Pd e passa con l’allora consigliere regionale del centrosinistra Vincenzo Pasqua (eletto nella lista Oliverio presidente), mentre nel 2021 il grande salto in Fratelli d’Italia che gli spalanca le porte e lo candida alle regionali dell’ottobre 2021; Sabatino Falduto contende ora la guida del partito provinciale a Pasquale La Gamba dopo una campagna di tesseramenti caratterizzata dietro le quinte da accuse e “veleni”, e che rischia di aprire diversi scontri all’interno di un partito sulla carta ancora fortemente caratterizzato ideologicamente ma che – nel Vibonese e non solo – ha visto e vede transitare al proprio interno davvero di tutto. Il congresso si terrà al 501 hotel e le operazioni di voto avranno inizio oggi alle ore 14. Comunque vada a finire l’elezione del nuovo coordinatore provinciale, la ricerca dell’unità del partito è davvero lontana e dentro Fratelli d’Italia a Vibo e provincia rischia di aprirsi una “guerra” senza esclusione di colpi. Anche bassi e non diversi da quelli sferrati in tanti altri partiti da cui Fdi si dichiara distante. Chi vivrà, vedrà.  

LEGGI ANCHE: Fratelli d’Italia, nominato il presidente provinciale di Gioventù Nazionale

Ionadi, nominato il coordinatore del circolo di Fratelli d’Italia

Fratelli d’Italia favorevole a intitolare una strada a Vibo ad Almirante

Una via per Almirante a Vibo: insorgono Anpi, Libera, Cgil e Mfe: «Un’offesa ai cittadini e alla storia»

Nicotera, costituito il coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia

Fdi e l’evento nel Municipio di Soriano, D’Agostino replica: «La disonestà va perseguita»

Articoli correlati

top