lunedì,Maggio 20 2024

A Serra San Bruno tutto pronto per la festa del fungo

In programma musica, dibattiti, escursioni e strett food. L’evento giunge quest’anno alla sua decima edizione

A Serra San Bruno tutto pronto per la festa del fungo
Mushroom Boletus over Wooden Background. Autumn Cep Mushrooms picking.

La tradizionale “Festa del fungo” raddoppia in occasione del suo decennale organizzando un doppio week end di iniziative tra fine settembre ed inizio ottobre. Il doppio appuntamento sarà quindi da venerdì 29 settembre a domenica primo ottobre e dal 6-8 ottobre. Il tutto è stato possibile grazie alla partnership stipulata con la Proloco ed il Comune di Serra San Bruno, il Parco naturale regionale delle Serre e la Consulta delle associazioni. Come spiegato nel corso di un incontro tenutosi presso la sede del Parco delle Serre, tra gli obbiettivi della decima edizione della “Festa del fungo” che si sviluppa in due weekend vi è quello di promuovere il territorio attraverso l’enogastronomia locale. Il programma prevede, inoltre, dibattiti e work shop sui temi del turismo sostenibile, la micologia, l’escursionismo, la cultura in genere, mentre alle associazioni è stata data la possibilità di organizzarsi con l’allestimento di stand. Si punterà, infatti alla esposizione di prodotti tipici locali e street food. L’intrattenimento musicale si terrà sulle piazze del centro di Serra S. Bruno e saranno presenti gli artisti di strada. Tutta la manifestazione sarà trasmessa in diretta da Radio Serra. Grazie ad un accordo, è previsto che per l’occasione tutte le strutture ricettive prepareranno un menu fisso a base di funghi al costo di 30 euro. «Come Parco naturale regionale – ha dichiarato il commissario Alfonso Grillo – abbiamo condiviso e sostenuto l’organizzazione di questo straordinario evento che rappresenta un appuntamento di grande partecipazione popolare. Basti pensare che lo scorso anno si registrò un vero e proprio sold-out in tutti i ristoranti di Serra e dei paesi limitrofi e per questa edizione prevediamo una presenza media nei tre giorni del weekend di almeno diecimila persone». «La partnership con gli altri enti ed associazioni di Serra – ha concluso Alfonso Grillo – è la conferma della volontà del Parco di essere parte attiva in tutto il territorio, nell’opera di valorizzazione delle sue tipicità sostenendone la promozione in favore di uno sviluppo costante che possa offrire occasioni di realizzazione tra quanti qui vivono ed operano. È questa la filosofia operativa che come Commissario ho inteso stimolare, quale attività caratterizzante del Parco delle Serre».

LEGGI ANCHE: Ciclopasseggiata nel Parco delle Serre, grande partecipazione all’evento turistico-sportivo

Dai boschi vibonesi all’Etna, la nuova escursione di “Vivi Serra San Bruno”

Piano di dimensionamento scolastico nel Vibonese: è polemica sull’ipotesi di bozza

Articoli correlati

top