Coronavirus Vibo Valentia, le notizie e gli aggiornamenti in tempo reale

Il diario dell’emergenza sanitaria nel Vibonese: i casi, i provvedimenti, le conseguenze economiche e sociali e tutto quello che c’è da sapere sull’evoluzione del Covid-19
Il diario dell’emergenza sanitaria nel Vibonese: i casi, i provvedimenti, le conseguenze economiche e sociali e tutto quello che c’è da sapere sull’evoluzione del Covid-19
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Sono 50 i casi di coronavirus accertati in provincia di Vibo Valentia. Tra questi, è compreso nel conteggio anche l’uomo deceduto di Fabrizia e i due anziani guariti originari di Filandari.

Informazione pubblicitaria

I territori maggiormente colpiti dal virus sono Vibo Valentia e due sue frazioni, Piscopio e Longobardi, e la zona delle Serre, con Fabrizia e Serra San Bruno. Ad oggi la situazione è la seguente.

I casi positivi al Covid19 nel Vibonese

12 Fabrizia (di cui 1 deceduto)
11 Serra San Bruno
9 Vibo Valentia
5 Piscopio
4 Longobardi
2 Filandari (guariti)
2 Parghelia
1 Briatico
1 Nicotera
1 Ricadi
1 Maierato
1 Francavilla Angitola

30 marzo

ore 9 – Il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, con apposita ordinanza, ha disposto la “chiusura” totale del comune di Fabrizia dove si è registrato un preoccupante picco di contagi (12 su poco più di 2000 abitanti) e un decesso.

29 marzo

ore 22.22 – Diramato la ripartizione per comune dei 400 milioni di euro in buoni spesa erogati dal Governo. Ecco le quote destinate ai 50 Comuni vibonesi

ore 20.12 Sono 50 i contagiati in tutto il Vibonese. In serata la notizia di altri due positivi a Fabrizia, centro che a questo punto ne conta ben 12.

ore 12.40 – Sale il numero dei contagiati in provincia di Vibo. Stamattina il risultato su altri cinque tamponi a Serra San Bruno, risultati positivi.

28 marzo

ore 15.56 – I sindaci del Vibonese si organizzano per somministrare i tamponi anche agli asintomatici. Misura chiesta anche dal consigliere regionale Callipo per sanitari e forze dell’ordine.

ore 20.34 – La giornata fa registrare due nuovi contagi. Uno ancora a Fabrizia e poi il primo a Francavilla Angitola. A Spadola, intanto, il sindaco fa mettere in quarantena obbligatoria una donna potenzialmente contagiata.

ore 20.05 – Il presidente del consiglio Giuseppe Conte annuncia un provvedimento in favore degli enti locali e dei cittadini bisognosi: 400 milioni di euro per buoni spesa.

27 marzo

ore 20.51 – Sono cinque i tamponi positivi registrati in serata, ancora nella zona delle Serre. A Serra San Bruno un’altra donna, venuta a contatto con pazienti della clinica di Chiaravalle. A Fabrizia altre quattro persone, che portano il totale di questo centro a 9 contagiati.

ore 12.35 Quattro nuovi casi di positività, tutti nella zona delle Serre. Si tratta di tre persone di Fabrizia ed una di Serra San Bruno.

ore 7.40 – Altri due positivi nel Vibonese che portano il bilancio totale a 30. Si tratta di una donna di Serra e di un’altra di Vibo, entrambe parenti di altri due pazienti già sotto cura.

26 marzo

ore 17 – Ci sono gli “Angeli del coronavirus” a prendersi cura degli anziani soli di Vibo. Volontari della protezione civile che consegnano a domicilio generi alimentari e di prima necessità.

ore 14 – Prosegue ininterrottamente la gara di solidarietà a favore dell’ospedale Jazzolino di Vibo. Dopo i caschi Cpap per la terapia intensiva, donati (grazie a due diverse raccolte fondi) letti, dispositivi di protezione individuali e altro materiale sanitario. Un’autentica boccata d’ossigeno per il nosocomio vibonese.

ore 10.55 – Un altro positivo al Covid-19: una donna residente a Maierato. Salgono così a 28 i casi in totale nel Vibonese.

ore 9.10 – Arriva la notizia del primo decesso per coronavirus in provincia di Vibo Valentia. Si tratta del paziente di Fabrizia, di 62 anni, ricoverato da qualche giorno all’ospedale Jazzolino.

25 marzo

ore 18.30Due nuovi casi registrati in provincia di Vibo. A renderlo noto il sindaco del capoluogo, nonché presidente della Conferenza dei sindaci Maria Limardo che ha annunciato, contestualmente, la riapertura della postazione di guardia medica dopo la sanificazione dei locali.

ore 17 – Sono 32 i nuovi contagi registrati oggi in Calabria. Lo si apprende dal bollettino quotidiano diramato dalla Regione. Undici, in totale, i decessi.

ore 16Aiuto offerto ma non accolto. La casa di cura Villa dei gerani di Vibo rende noto di aver manifestato la propria disponibilità all’Asp di accogliere pazienti per alleggerire il carico dell’ospedale Jazzolino. Offerta rimasta lettera morta.

ore 13.30 – Un altro paziente risultato positivo al coronavirus. Questa volta in provincia di Vibo Valentia, a Parghelia. Con questo diventano 25 i casi in tutto il Vibonese.

ore 12 – Nuovo contagio nel comune di Vibo Valentia. Si tratta di una persona in quarantena domiciliare, che porta il numero totale dei positivi a 24.

24 marzo

ore 18.55 – Sale a 23 i numero dei contagi da coronavirus nel Vibonese. L’ultimo caso riguarda un giovane di Longobardi risultato positivo al tampone e posto in isolamento domiciliare. Non sarebbe collegato agli altri 3 casi registrati nella frazione di Vibo.

ore 18.30 – Buone notizie dall’ospedale Pugliese di Catanzaro. Ha dato esito negativo il nuovo tampone cui è stato sottoposto il primo paziente vibonese affetto da coronavirus. L’uomo, che si trova ancora ricoverato insieme alla moglie, era rientrato dalla provincia di Pavia.

ore 17 – Nuovo caso positivo nel comune di Vibo. Ad annunciarlo direttamente il sindaco Maria Limardo che, contestualmente, informa della chiusura dei locali della Guardia medica per sanificazione degli ambienti.

ore 16Giornata nera sul fronte delle vittime in Calabria. Ben quattro le morti da coronavirus che si sono registrate nel Cosentino e a Reggio Calabria. Sale così a 11 il totale dei decessi nella nostra regione.

ore 15.30 – Due anestesisti in aiuto allo Jazzolino dall’ospedale di Serra San Bruno. L’Asp di Vibo declassa di conseguenza il Pronto soccorso della cittadina della Certosa in Punto di primo intervento.

12.45Rinviati a settembre tutte i riti pasquali all’aperto. Lo ha reso noto il vescovo della diocesi di Mileto Luigi Renzo che ha altresì informato che le celebrazioni della Settimana Santa si svolgeranno a porte chiuse e in diretta streaming.

23 marzo

ore 17.20 – Ancora un caso positivo al coronavirus nel Vibonese. Riguarda un 62enne di Fabrizia che si è recato, in crisi respiratoria, all’ospedale Jazzolino di Vibo. Il successivo tampone ha certificato il contagio. E’ il 21esimo caso accertato in provincia.

ore 17 – Ordinanza del presidente della Regione Calabria Jole Santelli per disporre la “chiusura” di Serra San Bruno. Il provvedimento adottato in seguito ai quattro casi di contagio registrati nella cittadina della Certosa.

ore 8 – In provincia di Vibo sale il numero dei contagi: ora sono 20. Se ne aggiungono altri tre, due dei quali nel comune del capoluogo ed uno sulla costa. Tutti e tre sono in quarantena domiciliare.

22 marzo

ore 18 Tre pazienti positivi a Serra San Bruno. Si tratta dei familiari dell’uomo già contagiato e che ora si trova ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Vibo.

ore 16 – Sono decine ormai le denunce da parte delle forze dell’ordine per l’inosservanza delle disposizioni dell’autorità: cittadini deferiti a Filadelfia, Serra San Bruno, Sant’Onofrio.

ore 15.30 – A Nicotera si registra un nuovo caso, anche se si tratta di una donna residente nel Reggino, dove ha anche effettuato il tampone poi risultato positivo. Si tratta di una dipendente del Comune di Nicotera.

ore 11.30 – A Milano muore un uomo originario di Pannaconi, Franco Cafaro. Ad annunciarlo, il sindaco: “Il virus lo ha portato via nel giro di poche settimane”.

21 marzo

ore 18 – C’è un 14esimo caso di positività al coronavirus in provincia di Vibo Valentia. Ai due registrati questa mattina se ne aggiunge un altro annunciato dal sindaco di Vibo Maria Limardo che ha chiarito come gli ultimi tre casi riguardino persone residenti nel territorio comunale di Vibo Valentia. Sono 230 i contagiati in tutta la regione. Cinque, purtroppo, i morti.

ore 11 – Sale a tredici il bilancio dei contagiati in provincia di Vibo Valentia. Altri due pazienti sono risultati positivi, e si vanno ad aggiungere agli undici conteggiati fino a ieri sera.

ore 10.30 Quinto morto per Coronavirus in Calabria. Si tratta di un cittadino di Gallico, nel Reggino, di 60 anni, che era stato ricoverato in Terapia intensiva dopo il peggioramento delle sue condizioni. L’uomo presentava già altre patologie.

ore 9.40 – Sono cinque i Comuni del Vibonese che hanno adottato ordinanze ancora più restrittive per contenere il contagio. A Dinami, Simbario, Brognaturo, Mongiana e Capistrano è disposto il divieto di spostamenti in entrata e in uscita dai rispettivi territori comunali.

20 marzo

ore 22Undicesimo caso registrato in provincia di Vibo Valentia, dopo i due sempre nella giornata odierna appartenenti allo stesso nucleo familiare di Piscopio che faceva contare già altri tre positivi.

ore 17 – Nuovo bollettino quotidiano della Regione Calabria, che certifica come i contagiati ad oggi siano 207, +38 rispetto a ieri, a fronte di 5882 persone poste in quarantena volontaria, delle quali 633 in provincia di Vibo.

ore 15 – Altri due casi accertati nel comune di Vibo Valentia, il cui tampone è risultato positivo all’esito degli esami effettuati all’ospedale di Catanzaro. Sale dunque a dieci il numero di contagiati in tutta la provincia.

ore 10.45 – Si registra una nuova vittima da coronavirus in Calabria. Si tratta di un 79enne di Paola, ricoverato in rianimazione all’Annunziata di Cosenza.

ore 9 – Nuove “raccomandazioni” per limitare il rischio contagio da parte del Comune di Vibo Valentia. Il sindaco Maria Limardo aumenta le restrizioni per chi fa attività fisica all’aperto.

19 marzo

ore 17.45 – Drastico aumento rispetto a ieri dei nuovi contagi in Calabria, per come diffuso dal bollettino quotidiano della Regione. Sono 169, +40 sul giorno precedente. Restano otto, invece, i pazienti positivi al Covid-19 in provincia di Vibo Valentia.

ore 14 – Terzo morto da coronavirus in Calabria. Si tratta di un 65enne crotonese deceduto nel reparto Covid19 dell’ospedale civile San Giovanni di Dio, dove era giunto nel pomeriggio del giorno precedente in condizioni critiche.

ore 12.45 – Ci sono anche tre marittimi di Pizzo a bordo della nave da crociera Costa Magica, da giorni in navigazione senza una meta nel Mar dei Caraibi con diversi malati a bordo. “Fateci sbarcare” l’appello dei membri dell’equipaggio, finora rimasto inascoltato da tutti i porti interpellati.

ore 9.30 – Si registra il secondo decesso da coronavirus in Calabria. Si tratta di un’informatore scientifico cosentino di 65 anni, deceduto all’ospedale dell’Annunziata di Cosenza.

ore 8.30 – “Troppa gente ancora in giro a Vibo Valentia“. Dal sindaco Maria Limardo giro di vite sui controlli della Municipale ai furbetti del coronavirus e un nuovo appello alla responsabilità: “State a casa”.